Sanificazione condomini

L’amministratore del condominio è tenuto a rispettare tutte le norme previste per la sicurezza dei luoghi di lavoro (D.Lgs 81/08), ha quindi l’obbligo di garantire ambienti salubri a tutti gli individui che svolgono la propria mansione lavorativa all’interno del condominio da lui amministrato (per esempio: i giardinieri, gli addetti alle pulizie, il portinaio, etc.) e ha inoltre il compito di verificare che le attività di manutenzione ordinaria (e straordinaria, come per esempio la sanificazione degli ambienti) vengano eseguite come stabilito dalla maggioranza dei condomini in sede di assemblea condominiale.

Le decisioni maggiormente discusse riguardanti questo tema includono principalmente attività quali: pulizia, disinfestazione e derattizzazione. Agli interventi di sanificazione e disinfezione, spesso sbagliando, viene data meno importanza.

Con l’attuale emergenza sanitaria causata dal Coronavirus (Covid-19) queste attività sono diventate però indispensabili al fine di limitare i contagi e per tutelare la salute di tutti i condomìni.

Come stabilito dal Ministero della Salute, questa tipologia di virus è in grado di sopravvivere per lungo tempo sulle superfici e solo l’attività di sanificazione (se eseguita con i prodotti testati) ha le capacità di inattivare il virus e renderlo innocuo.

Inoltre, un ulteriore motivazione a sostegno dell’importanza della sanificazione e disinfezione delle aree comuni dei condomini ci viene fornita da alcuni esperti in materia Covid-19, i quali hanno affermato che si sono verificati casi di contagi tra persone che non sono venute in diretto contatto, ma che abitano nello stesso condominio.

Per questo motivo, alcuni Sindaci, tra le misure previste per il contrasto e il contenimento di questa epidemia, tramite ordinanza hanno imposto agli amministratori di condominio l’obbligo di sanificare le aree comuni dello stabile (sia quelle interne che quelle esterne).

In aggiunta, l’amministratore ha il dovere di:

  • Avvisare i condomini sulla data e l’ora dell’intervento (al fine di limitare gli accessi alle aree trattate)
  • Esporre nella bacheca del condominio e alle autorità di competenza, a sanificazione e disinfezione terminata, tutta la documentazione che attesti l’attività svolta. Dovrà perciò presentare: la descrizione dell’intervento, i prodotti utilizzati e la certificazione rilasciata dall’azienda che ha fornito il servizio.

In questi casi di particolare urgenza, come è stabilito nel Codice civile, l’amministratore ha il potere di decidere di far eseguire l’intervento senza convocare in assemblea i condomini.

I vantaggi della sanificazione in un condominio

In un condominio, devono essere sanificati e disinfettati tutti gli spazi comuni, interni ed esterni, e tutte le superfici che vengono maggiormente a contatto con le mani, come per esempio: i citofoni, i pulsanti degli ascensori, le caselle postali, le maniglie, il corrimano, etc.

La motivazione è molto semplice: le mani, venendo a contatto con le superfici contaminate, trasportano facilmente i virus e i germi sulle altre superfici ambientali e all’interno del corpo umano stesso (basti pensare a quante volte al giorno una persona si tocca inconsapevolmente gli occhi, la bocca e il naso).

Solo svolgendo l’attività di sanificazione è possibile ottenere come risultato:

  • La distruzione della carica microbica presente nell’ambiente (inattivazione di virus, batteri, organismi patogeni, muffe, lieviti, agenti inquinanti)
  • L’eliminazione dei cattivi odori (esempio: muffa, fumo, odori stantii)
  • L’allontanamento di insetti infestanti come: mosche, zanzare, formiche, scarafaggi
  • Superfici pulite, igienizzate e disinfettate
  • Ambienti salubri
  • Aria purificata
  • Impianti aeraulici disinfettati (qualora nel condominio siano presenti sistemi di aerazione centralizzati)
  • Ridurre l’inquinamento esterno, grazie alla distruzione di inquinanti tossici come i COV (composti organici volatili) prodotti da fabbriche, autovetture e riscaldamento (quando il trattamento viene eseguito in ambienti outdoor).

La disinfezione limita perciò il rischio di contagio e migliora la qualità della vita di persone e animali.

Come sanifichiamo e disinfettiamo il tuo condominio

In un condominio, come abbiamo visto, gli ambienti da sanificare sono quelli comuni, sia interni che esterni allo stabile. Si parla quindi di: portoni di ingresso, ringhiere, corrimani, portineria, cortili, portici, androni, ascensori, pianerottoli, rampe di scale, pavimenti, cassette della posta, pulsantiere, maniglie, citofoni, aree adibite alla raccolta rifiuti, cantine, box, muri, facciate, finestre, impianti di aerazione, etc.

Per sanificare gli ambienti del tuo condominio, noi di GMT G7 ti consigliamo l’utilizzo di prodotti a base di perossido di idrogeno stabilizzato (H2O2) o ti proponiamo la disinfezione ad ozono (O3).

Al fine di tutelare la sicurezza umana, quella animale e quella ambientale, utilizziamo prodotti e macchinari certificati e riconosciuti. L’attività viene svolta da un nostro tecnico ambientale, formato appositamente per eseguire le procedure più idonee e utilizzare tutte queste sostanze nelle giuste quantità in modo tale da non danneggiare persone, animali o cose.

Inoltre, i prodotti disinfettanti che adoperiamo svolgono la loro azione biocida in modo naturale, senza lasciare residui tossici o sostanze chimiche da smaltire e senza danneggiare le superfici con cui vengono in contatto.

Un nostro tecnico specializzato, in seguito alla consueta attività di pulizia eseguita dagli addetti del condominio, si occuperà dell’attività di sanificazione e disinfezione nel modo più adeguato al contesto.
Una delle opzioni potrebbe consistere nella saturazione dell’ambiente con il perossido di idrogeno stabilizzato, utilizzando appositi macchinari come i nostri atomizzatori o vaporizzatori di perossido di idrogeno, in questo modo la sostanza entra in contatto con tutte le superfici dell’ambiente. In alternativa il nostro specialista può eseguire il trattamento utilizzando un generatore di ozono, impostando il tempo di funzionamento corretto (in base alle dimensioni della stanza da trattare) per far sì che venga erogata la giusta quantità di sostanza per raggiungere la saturazione dell’ambiente.

Per dimostrarti l’efficacia dell’attività svolta, prima e dopo aver eseguito il trattamento, il nostro tecnico rileverà dei campioni dalle superfici, sia prima che dopo l’attività di disinfezione. Queste prove verranno successivamente analizzate da un laboratorio accreditato e specializzato in analisi microbiologiche, il quale esaminerà e fornirà relazione sulla carica microbica totale presente sulle superfici sia prima che dopo la sanificazione.

La documentazione che attesta l’esecuzione della sanificazione sarà quindi composta da: i risultati del laboratorio e la nostra relazione tecnica dell’intervento.

Per avere maggiori informazioni su questo nostro servizio o per acquistare i prodotti e i macchinari per la sanificazione degli ambienti non esitare a contattarci compilando il form qui sotto!

Mettiamoci in contatto

* Questi campi sono obbligatori

Dichiaro di aver letto l'informativa privacy e acconsento al trattamento dei miei dati (non ti bombarderemo di messaggi, promesso!)


error: Content is protected !!
101