Sanificazione studi medici

L’emergenza sanitaria causata dal Coronavirus (COVID-19) ha aumentato la consapevolezza collettiva di quanto sia importante avere ambienti sanificati e disinfettati, soprattutto in strutture medico– ospedaliere o negli studi medici.

Gli studi medici, così come gli ambulatori medici, sono luoghi frequentati quotidianamente da un numero molto elevato di persone che si recano in queste strutture principalmente perché presentano problematiche di salute, hanno bisogno di una visita e delle giuste cure. Questo implica che ogni paziente può immettere nell’ambiente virus, germi e batteri e contaminare l’aria e le superfici con cui entra in contatto.

Le strutture mediche sono quindi luoghi nei quali la carica microbica presente può essere molto elevata e in cui vi è un’alta probabilità di contrarre infezioni e malattie. Se non attentamente sanificati possono diventare veri e propri luoghi di contagio. Questo spiega perché, per gli studi medici, sono richiesti standard igienici molto elevati con lo scopo di tutelare la salute dei pazienti e dei medici. La semplice pulizia dei locali non è sufficiente a garantire una disinfezione profonda: è dunque indispensabile prevedere piani di sanificazione dell'aria e delle superfici.

Inoltre, secondo quanto previsto dal D. lgs 81/08 (Testo unico sulla salute e sicurezza sul lavoro) il datore di lavoro (in questo caso il proprietario della struttura) ha l’obbligo di garantire ambienti di lavoro salubri ai propri dipendenti (medici, segretarie, addette alla reception, etc.)

Rischi igienici negli ambienti professionali in ambito medico

Come e più che negli altri ambienti lavorativi, in quelli sanitari gli agenti patogeni presenti nell’aria e sulle superfici possono essere numerosi: virus, batteri, germi. Gli impianti aeraulici possono diffondere nell’aria muffe, spore fungine, il temuto virus della legionella. infine, la presenza di polveri, pollini che si depositano sulle superfici e altre sostanze inquinanti provenienti dall’ambiente esterno aumentano notevolmente i rischi biologici di queste strutture.

I virus e i batteri si riproducono molto velocemente e possono sopravvivere sulle superfici per un periodo di tempo molto lungo. Questo aumenta la probabilità che si formi il biofilm (anche conosciuto come biopellicola) che consiste in un’aggregazione complessa di microrganismi che aderisce in modo molto forte alle superfici.

Per eliminare i biofilm non bastano i semplici detergenti utilizzati per la pulizia quotidiana dei locali ma è necessario intervenire con sostanze biocide.

Negli studi medici vi sono anche diversi rischi chimici: i prodotti chimici utilizzati per le pulizie giornaliere possono lasciare residui tossici, i cosiddetti COV (Composti Organici Volatili), i quali nel tempo possono causare problemi alla salute più o meno gravi.

Infine, in tutte le strutture sanitarie in cui sono regolarmente svolti interventi e vi sono anche degenti, vi è il rischio di contrarre infezioni nosocomiali.

La sanificazione e disinfezione dell’aria e delle superfici contribuiscono a ridurre tutti questi rischi e a tutelare il benessere di dottori, pazienti, infermieri e di tutte le persone che frequentano la struttura.

I vantaggi della sanificazione negli ambulatori medici

Una maggiore attenzione per l’igiene e la salubrità ambientale di studi medici, ambulatori medici e studi specialistici è un requisito indispensabile per la sicurezza delle persone.

Le regolari attività di pulizia, l’utilizzo di materiale sterile e strumenti disinfettati ad ogni paziente (come previsto dagli adempimenti in materia) sono fondamentali, ma non sono sufficienti ad evitare tutti i rischi che abbiamo appena visto.

L’attività di sanificazione e disinfezione di ambulatori medici permette:

  • Il miglioramento della sicurezza microbiologica, grazie all’eliminazione di batteri, germi e agenti patogeni e/o inquinanti e all’inattivazione di virus fino al 99.98% (Alcuni prodotti utilizzati per la sanificazione sono in grado di distruggere anche i biofilm).
  • La riduzione del rischio di contrarre infezioni o quello di essere contagiati.
  • La distruzione dei cattivi odori presenti nell’aria dei locali.
  • Impianti aeraulici privi di microrganismi nocivi (muffe, funghi, polveri).
  • Superfici pulite e disinfettate, attraverso la saturazione dell’ambiente, la sostanza disinfettante è in grado di penetrare in fessure e in altri spazi difficilmente raggiungibili.
  • La rimozione dei residui volatili lasciati dai detergenti chimici utilizzati per la pulizia.
  • L’allontanamento di insetti infestanti come: acari, mosche, zanzare, e molti altri insetti.
  • Di contribuire al rispetto degli adempimenti previsti dal D. lgs 81/08
  • Il raggiungimento e il mantenimento degli standard igienici richiesti per questo settore.

La sanificazione garantisce ai tuoi pazienti locali più confortevoli e sicuri, completamente disinfettati e aria deodorati.

Come sanifichiamo il tuo studio medico

La sanificazione deve essere eseguita in tutte le seguenti strutture sanitarie:

  • Studi medici
  • Ambulatori specialistici (esempio: pediatria, ginecologia, urologia, dermatologia, oculistica, otorinolaringoiatria, fisioterapia, etc.)
  • Cliniche private e Case di cura
  • Poliambulatori medici

Il trattamento di disinfezione deve essere svolto su:

  • Le superfici (pavimenti, muri, vetri, soffitti, etc.)
  • Gli arredi presenti all’interno dei locali (porte, maniglie, tavoli, sedie, letti, etc.)
  • I tessuti (tendaggi, poltrone, divani, etc.)
  • L’aria degli ambienti
  • La reception
  • Le toilettes
  • Le sale d’attesa
  • Gli uffici dei dottori
  • Le sale operatorie
  • Le sale di degenza e di osservazione breve post-operatoria
  • I macchinari, le attrezzature e gli strumenti
  • Gli impianti aeraulici
  • I corridoi e tutti gli altri spazi comuni (scale, ascensori, bar, etc.)

Come svolgiamo questa attività?

L’ ozono (O3) e il Perossido di idrogeno stabilizzato (H2O2) sono le soluzioni che noi di GMT G7 ti consigliamo per sanificare e disinfettare il tuo studio medico.

Entrambe queste sostanze sono riconosciute dal Ministero della Salute e prevedono l’uso di macchinari professionali certificati. I prodotti erogati da queste apparecchiature svolgono la loro azione biocida senza danneggiare l’ambiente circostante e sono sicuri per le persone.

Come funziona?

Il nostro tecnico ambientale esegue il trattamento di sanificazione con il prodotto più adatto alle tue esigenze. Per garantire l’efficacia dell’attività è necessario che prima del suo arrivo sia stata eseguita la pulizia meccanica dei locali.

Se la soluzione da te scelta è quella che sfrutta il potere ossidante dell’ozono, il nostro addetto trasporta il generatore di ozono all’interno del locale, imposta il tempo di funzionamento in base alle dimensioni della stanza, lo mette in azione ed attende il completamento dell’operazione.

Nel caso del Perossido di idrogeno stabilizzato invece, grazie l’apposita apparecchiatura (atomizzatore o nebulizzatore di H2O2) nebulizza la sostanza all’interno delle condotte delle U.T.A (Unità Trattamento Aria) e negli ambienti.

Sia prima che dopo aver eseguito il trattamento di sanificazione, il nostro specialista rileva dei campioni dalle superfici che vengono successivamente analizzati da un laboratorio esperto in analisi microbiologiche. Nella relazione tecnica relativa all’intervento che ti rilasceremo saranno quindi contenuti anche i risultati dell’abbattimento raggiunto.

Per avere maggiori informazioni su questo nostro servizio di sanificazione o per acquistare i prodotti e i macchinari per la sanificazione degli ambienti non esitare a contattarci compilando il form qui sotto!

Mettiamoci in contatto

* Questi campi sono obbligatori

Dichiaro di aver letto l'informativa privacy e acconsento al trattamento dei miei dati (non ti bombarderemo di messaggi, promesso!)


error: Content is protected !!
101