Mappatura dei quadri elettrici

I quadri elettrici sono la parte dell’impianto più importante da cui si diramano le linee di distribuzione che alimentano tutte le apparecchiature elettriche presenti all'interno della vostra organizzazione.

Conoscere la composizione e il funzionamento dell’impianto elettrico di un’azienda è fondamentale per garantire il funzionamento del reparto produttivo e, in generale, quello dell’intera organizzazione.

Per comprendere da quali dispositivi è composto questo impianto è necessario effettuare una mappatura che metta in evidenza l’ubicazione dei singoli apparecchi e di come questi sono collegati tra loro.

Per raggiungere questo obiettivo vengono quindi mappati i seguenti elementi:

  • I quadri elettrici.
  • UPS (Uninterruptible Power Supply).
  • L’illuminazione di emergenza.

Avere una panoramica generale sul funzionamento di questa infrastruttura può permettervi di:

  1. Implementare nuovi strumenti che vi aiutano ad aumentare la produttività del vostro business.
  2. Effettuare analisi che stabiliscono se è necessario apportare modifiche all’impianto, al fine di evitare blocchi di produzione o di tutti gli altri processi aziendali, garantendo in questo modo la business continuity.

In questo articolo vi parlerò di come i nostri tecnici specializzati effettuano questa mappatura, illustrandovi un esempio del risultato di questa attività.

Le relative tabelle e i risultati che emergono da questa operazione vengono inseriti all’interno di SysBook Facilities, il modulo del portale Sysplorer che vi permette di avere sempre a disposizione informazioni quali:

  • Lo schema di distribuzione della corrente elettrica.
  • La mappatura dei quadri elettrici (inseriti nella planimetria dell’azienda).
  • Un audit preliminare sullo stato dei quadri di distribuzione.
  • La tabella con i dati tecnici degli interruttori che alimentano i quadri e/o gli apparati IT.

Schema di distribuzione della corrente elettrica

Per avere una panoramica generale sul funzionamento dei quadri elettrici e come questi alimentano tutte le apparecchiature presenti nelle vostre aree o dipartimenti aziendali, i nostri tecnici ritengono utile illustrarvi (come primo documento) uno schema logico di distribuzione della corrente.
In questo schema viene rappresentato il flusso della corrente, il quale parte dall’ente fornitore di energia, passa nelle cabine elettriche e viene infine veicolato nei vari quadri. Lo scopo di questa mappatura è quindi quello di farvi comprendere la connessione tra questi elementi.
Eccone un esempio qui sotto:

schema di distribuzione

L’ente fornitore, anche detto provider, come per esempio l’ENEL, può distribuire energia a media tensione (in ambito industriale) o a bassa tensione (in ambito commerciale / residenziale).

Nello specifico, in ambito industriale possiamo avere due scenari:

Scenario1: la ricezione dell’energia e la trasformazione è in carico all’ente fornitore quindi il cliente riceve direttamente l'enegia elettrica a bassa tensione.

Scenario 2: l’ente fornitore fornisce l’energia a media tensione e rimane a carico del cliente occuparsi della ricezione e della sua trasformazione in bassa tensione.

In questo caso, come vediamo nell’esempio in figura, nell’impianto elettrico aziendale sarà presente la cabina elettrica MT/BT (Media Tensione/Bassa Tensione) composta dal trasformatore e dal quadro di distribuzione primaria (power center).

Lo schema di distribuzione della corrente del sito produttivo / aziendale è dunque costituito dalla mappatura degli interruttori del quadro elettrico primario e quelli appartenenti ai quadri secondari.

Come è comprensibile dalla legenda nell’immagine, attraverso questa mappatura è facilmente intuibile come la corrente viene distribuita dal quadro primario (in rosso) a tutti quelli secondari (indicati in verde) e come questi ultimi alimentano direttamente gli apparecchi elettrici come, per esempio, gli UPS, i macchinari o i computer.

Mappatura dei quadri elettrici

Dopo aver effettuato lo schema di distribuzione, i nostri tecnici effettuano la mappatura vera e propria. Questa attività porta come risultato il loro inserimento all’interno della planimetria aziendale.

posizionamento dei quadri elettrici

In questa mappatura potrete visualizzare la posizione dei quadri elettrici primari e secondari e, nel caso si tratti di un reparto di produzione, anche l’ubicazione di quelli bordo macchina.

La mappatura permette di avere sempre a disposizione la posizione esatta di queste componenti, la quale può permettervi far svolgere con velocità i relativi interventi di manutenzione periodica oppure quelli di riparazione di eventuali guasti, in questo ultimo caso specifico è un grosso vantaggio in quanto il tempismo è un elemento di fondamentale importanza laddove i malfunzionamenti comportino blocchi di produzione.

Oltre allo schema di distribuzione della corrente e alla mappatura dei quadri, nella sezione “impianto elettrico” di SysBook Facilities potrete trovare l’audit sullo stato degli apparati elettrici ispezionati dai nostri tecnici e una tabella con tutti i dettagli tecnici relativi agli interruttori presenti all’interno di ogni quadro.

Audit sui quadri di ditribuzione

L’audit effettuato è basato sulla normativa CEN EN 61439 – 1. I risultati sono inseriti in una tabella in cui è possibile avere una panoramica sullo stato dei quadri primari e secondari presenti nella vostra azienda. In questo documento potrete trovare informazioni quali:

1 - Il posizionamento (area o reparto in cui è installato).

2 - L’accessibilità: un quadro elettrico deve essere sempre accessibile, non devono esserci impedimenti all’accesso o ostacoli per poter effettuare eventuali manovre.

3 - Le sue dimensioni.

4 - Pulizia e integrità: in questa sezione viene indicata l’integrità meccanica degli apparati e la loro pulizia, quindi viene valutata:

  • La protezione dai contatti diretti.
  • I danni meccanici.
  • I pannelli protettivi e la relativa integrità.
  • La correttezza dell’ingresso cavi.
  • La portella protettiva e la sua integrità.
  • La corretta installazione degli interruttori (apparati di manovra).
  • La presenza di dispositivi con parti in tensione esposte.
  • L’esistenza di schemi unifilari dei quadri elettrici, i quali, per normativa, devono essere facilmente accessibili ed esposti in prossimità del quadro. In essi viene indicata la distribuzione di corrente e vengono inoltre identificate le caratteristiche di ogni apparato al suo interno, suddivise in 4 parti:
  • La rappresentazione grafica degli interruttori.
  • L’utenza: indica cosa alimenta l’interruttore.
  • Le caratteristiche nominali che deve rispettare il modello di interruttore.
  • Le caratteristiche del cavo che parte dall’interruttore e arriva fino all’utente finale.

5 - Il tipo di quadro: primario, secondario, o terminale (bordo macchina).

6 - Il quadro elettrico a monte del quadro secondario o terminale e il relativo interruttore.

7 - Indicazione su quali sono i quadri elettrici a valle (solo per primari e i secondari).

8 -  Quali sono gli apparati IT alimentati da questo quadro (primario, secondario e terminale). Gli apparati IT possono per esempio essere rack, UPS, server o computer.

Infine, è riportata una tabella dove vengono inseriti i dati tecnici degli interruttori presenti all’interno dei vari quadri elettrici e/o apparati IT. In essa sono indicati dati come: il nome dell’interruttore, il suo posizionamento all’interno del quadro elettrico, quanti poli possiede (monofase o trifase), la corrente nominale (quanti ampere riesce a supportare per non fondersi).

I vantaggi di questa mappatura

Come abbiamo visto, i quadri elettrici rappresentano le componenti senza le quali non sarebbe possibile ripartire la corrente nei diversi reparti aziendali.

La mappatura di questi elementi è quindi fondamentale per conoscere come tutti gli apparecchi elettrici sono collegati tra loro e vi permetterà di analizzare se i dispositivi IT alimentati necessitano di altre apparecchiature, come per esempio gli UPS, per garantire la loro continuità operativa anche in caso di mancanza di corrente.

Con SysBook Facilities, grazie alle rilevazioni e alle analisi effettuate dai nostri tecnici specializzati, potrete dunque avere sempre a vostra disposizione:

  • Lo schema di distribuzione della corrente elettrica.
  • La mappatura dei quadri elettrici.
  • L’audit preliminare sullo stato dei quadri elettrici.
  • Tutti i dati tecnici degli interruttori.

Per avere maggiori informazioni su SysBook Facilities clicca qui oppure contattaci compilando il form qui sotto!


error: Content is protected !!
101