Eventi nel Linguaggio BPMN

Gli eventi sono uno dei gruppi di elementi che compongono il linguaggio Business Process Model and Notation (BPMN), il codice riconosciuto a livello internazionale per effettuare la modellazione e la mappatura dei processi industriali di un’azienda, e utilizzato per la creazione del Business Process Diagram (BPD).

Dopo avere appreso quali sono le basi del BMPN, approfondiamo la conoscenza di uno degli elementi costitutivi del gruppo dei flow objects, nello specifico quelli che vengono chiamati “Eventi” (Events). Vedremo quindi tutta la simbologia utilizzata per gli eventi e il relativo significato.

Nel BPD con il termine evento viene indicata una cosa che succede all’interno di un processo causata da un’altra azione (trigger) oppure fa riferimento a qualcosa che determina un possibile risultato (result). Graficamente viene rappresentato da un cerchio e, in base al simbolo inserito al suo interno, assume significati diversi.

A seconda della posizione che gli elementi occupano all’interno del flusso si possono distinguere tre diverse tipologie di eventi:

  • Inizio (start): indica l’inizio di un processo.
  • Evento intermedio (intermediate): si verifica tra un evento di inizio e uno di fine.
  • Termine (end): segnala la fine.

Gli eventi di inizio e di fine

Come abbiamo anticipato, gli eventi di inizio segnalano appunto, come è intuibile dal loro nome, l’inizio di un processo aziendale.

Gli eventi di inizio sono rappresentati graficamente come segue:

None: segnala l’inizio di un processo.

eventi inizio 1

Message: segnala che per fare in modo che il sistema si attivi è necessario attendere l’arrivo di un messaggio da parte di un partecipante.

eventi inizio 2

Timer: indica che l’attività, per impostazione, comincia in una specifica data o in una specifica ora.

eventi inizio 3 300x272

Conditional: implica che per far sì che il processo si avvii devono verificarsi alcune condizioni (es. temperatura).

eventi inizio 4 300x268

Signal: il sistema si avvia dopo aver ricevuto un segnale trasmesso da un altro processo o attività.

eventi inizio 5 300x278

Multiple: è il simbolo che ci permette di capire che il processo si innesca grazie al compimento di numerose azioni.

eventi inizio 6 300x270

 

Gli eventi di fine, al contrario di quelli che abbiamo appena visto, indicano quando un processo aziendale termina. Se al suo interno presenta uno dei simboli raffigurati qui sotto il significato è il seguente:

None: determina la fine di un processo.

eventi di fine 1

Message: alla fine del processo sarà mandato a i partecipanti un messaggio.

eventi di fine 2

Error: indica che dovrebbe essere generato un errore denominato.

eventi di fine 3

Cancel: adoperata in una processo secondario, indica che la transazione è annullata.

eventi di fine 4

Compensation: determina che è necessaria una compensazione.

eventi di fine 5

Signal: verrà trasmesso un segnale alla fine del processo.

eventi di fine 6

Terminate: È usato per modellare delle situazioni gravi che accadono durante il processo. Quando si verifica questo evento, tutte le attività in corso si arrestano.

eventi di fine 7

Multiple: ci sono diverse conseguenze che si verificheranno contemporaneamente alla fine del processo.

eventi di fine 8

Gli eventi intermedi

Vediamo ora l’ultimo gruppo di eventi, ossia  i cosiddetti eventi intermedi. Questa tipologia di eventi differenziano tutte quelle attività che si verificano tra un evento di inizio (start) e uno di fine (end).
Gli eventi intermedi sono rappresentati graficamente nei seguenti modi:

None: valido per gli eventi intermedi all’interno del processo principale.

eventi intermedi 1

Message: indica che con l’arrivo di un messaggio il processo continua.

Possiamo avere due casi: il simbolo della lettera vuoto: significa che il messaggio è stato ricevuto. In caso contrario, se il simbolo della lettera è riempito, il messaggio è stato inviato.

eventi intermedi 2  300x145

Timer: permette di impostare una data o un’ora in cui si attiverà l’evento. Se inserito all’interno del flusso principale, agisce come un meccanismo di ritardo. Se usato per gestire le eccezioni cambia il flusso.

eventi intermedi 3

Error: evidenzia una condizione prevista ma non gestita che si è verificata nel processo. Viene usato all’interno di un sotto-processo e può essere simulato solamente ricorrendo ai percorsi eccezionali. Segnala una evenienza non gradita. Quando si verifica il simulatore abbandona il flusso tradizionale e prosegue su quello eccezionale.

eventi intermedi 4

Cancel: serve per cancellare la transazione aziendale.

eventi intermedi 5

Compensation: pone rimedio ad una mancanza nel flusso delle transazioni. Integra delle azioni già completate svolgendo ulteriori attività di compensazione. Se adoperato nel flusso normale indica che è un risarcimento necessario e si lancia l’evento di compensazione e, in questo caso, il suo contenuto deve essere riempito. Quando invece viene utilizzato per “catturare” l’evento di compensazione il contenuto deve essere vuoto.

eventi intermedi 6 300x145

Conditional: attivato quando si verifica una determinata condizione.

eventi intermedi 7 300x298

Link: il link serve a collegare due sezioni. Possono esserci più Source Link Event ma solo un Target Link Event. Se si collega una sezione al Source Link  il simbolo interno deve essere vuoto. Se invece è adoperato per collegare il target link deve essere pieno.

eventi intermedi 8 300x139

Signal: utilizzato per l’invio e la ricezione di segnali. Se si riceve il segnale, la forma all’interno del simbolo sarà vuota, se invece lo si invia sarà piena.

eventi intermedi 9 300x143

Multiple: indica che ci sono più trigger assegnati all’evento. Quando il trigger viene inviato,  la forma interna è piena, se invece lo riceve è vuota.

eventi intermedi 10 300x145

Come leggere la simbologia degli eventi del BPMN

Nel BPMN ci sono diverse rappresentazioni grafiche per indicare un evento.

Imparare a riconoscere questi simboli e il loro significato è molto semplice. Come avrai capito, le forme interne al cerchio indicano lo stesso evento. Ciò che cambia è il cerchio esterno. Infatti, gli eventi di inizio sono rappresentati con un cerchio; quelli di fine hanno la circonferenza del cerchio più spessa; Infine, gli eventi intermedi sono rappresentati da due cerchi concentrici.

Imparando i significati delle forme interne, sarai in grado di interpretare il significato dei simboli relativi agli eventi (inizio, intermedi e di fine) che sono presenti in un Business Process Diagram (BPD).

 

I nostri specialisti del settore eseguono la mappatura dei processi e inseriscono tutti i dati relativi a questa analisi sulla tua area personale di SYSBPM, il modulo della nostra suite Sysplorer che ti permette di avere sempre a portata di mano la mappatura dei processi della tua azienda.

Per avere maggiori informazioni su come eseguiamo l’analisi dei processi della tua azienda, non esitare a contattarci compilando il form qui sotto!


error: Content is protected !!
101